Vertigini
Forum Infettivologico
Alliance Cicatrici
Alliance Dermatite

Evasione dagli anticorpi neutralizzanti della variante Omicron di SARS-CoV-2


La variante Omicron ( B.1.1.529 ) del virus SARS-CoV-2 è stata rilevata solo di recente nell'Africa meridionale, ma la sua successiva diffusione è stata ampia, sia a livello regionale che globale.
Si prevede che diventerà dominante nelle prossime settimane, probabilmente a causa di una maggiore trasmissibilità.

Una caratteristica sorprendente di questa variante è il gran numero di mutazioni che interessano la proteina spike, che rappresentano una minaccia per l'efficacia degli attuali vaccini e delle terapie anticorpali contro il COVID-19.
Questa preoccupazione è amplificata dai risultati di uno studio condotto da ricercatori della Columbia University Vagelos College of Physicians and Surgeons, New York ( Stati Uniti ).

Lo studio ha evidenziato che la variante Omicron è marcatamente resistente alla neutralizzazione da parte del siero non solo di pazienti convalescenti, ma anche di individui vaccinati con uno dei quattro vaccini COVID-19 attualmente utilizzati.

Anche il siero di persone vaccinate e potenziate con vaccini a base di mRNA ( RNA messaggero ) ha mostrato un'attività neutralizzante sostanzialmente diminuita contro la variante Omicron.

Valutando un pannello di anticorpi monoclonali per tutti i cluster di epitopi noti sulla proteina spike, è stato notato che l'attività di 17 dei 19 anticorpi testati era abolita o ridotta, compresi quelli attualmente autorizzati o approvati per l'uso nei pazienti.

Inoltre, sono state identificate quattro nuove mutazioni sulla proteina spike ( S371L, N440K, G446S e Q493R ) che conferiscono alla variante Omicronuna una maggiore resistenza anticorpale.

Dallo studio è emerso che la variante Omicron rappresenta una seria minaccia per molti vaccini e terapie anti-COVID.
Questo deve indurre a sviluppare nuovi interventi in grado di anticipare la traiettoria evolutiva del virus SARS-CoV-2. ( Xagena )

Fonte: Nature ( Lihong Liu et al ), 2021

XagenaHeadlines2021



Indietro